Lo sapevate che : tutti i consigli per mangiar bene


Lo sapevate che : tutti i consigli per mangiar bene
La problematica alimentare e gli eccessi pericolosi per la salute

Lo sapevate che mangiare bene  in questo ultimo decennio è un’esigenza diffusa, grazie alla diffusione delle informazioni in modo capillare attraverso la rete, grazie soprattutto all’utilizzo dei social network e delle campagne di sensibilizzazione, la coscienza alimentare della popolazione è stata risvegliata e sensibilizzata al corretto approccio verso il cibo in generale. Studi recenti hanno contribuito a fornire la prova di quanto sia importante avere una corretta alimentazione giornaliera, bilanciata ed equilibrata, per prevenire i rischi legati alle più comuni patologie cardiovascolari, tumorali e non solo. Soprattutto la diffusione di questi risultati e la conoscenza dei rimedi concreti che si possono attuare con semplici gesti quotidiani, ha dato un forte impulso al cambio di abitudini alimentari. Non da ultimo il report sui disastrosi effetti sulla salute umana che hanno i grassi insaturi, ampiamente utilizzati nell’industria alimentare, praticamente presenti nel 70% dei prodotti presenti nei nostri supermercati, primo fra tutti l’olio di palma, che andrebbe consumato con molta cautela. Senza però voler demonizzare alcun alimento in particolare, è necessario seguire delle regole basilari e dei consigli utili per ottimizzare la dieta.

Quali diete e quali alimenti privilegiare
Lo sapevate che esiste un’unica regola assoluta da poter erigere a verità inconfutabile, soprattutto bisogna rivolgersi a degli specialisti prima di procedere a drastici cambiamenti alimentari, per evitare di creare degli scompensi calorici che possano portare a dei mancamenti o conseguenze peggiori. Quello che però è utile sapere, è che esistono alcune direttive che si sono dimostrate efficaci di massimo e che ogni persona può seguire per migliorare la propria alimentazione. La dieta mediterranea ad esempio costituisce un valido riferimento per l popolazioni sud europee come quella italiana. Innanzitutto è un dieta che consente di nutrirsi di cibi del posto, coltivati nella stagione in corso e quindi evitando di ricorrere a prodotti ogm, non autoctoni e ricchi di concimi chimici. La frutta e la verdura al primo posto, i cereali e le fibre a pari merito, questo è il principio di base sostenuto da questo tipo di dieta mentre per quanto riguarda l’apporto proteico, pesce e uova soddisfano ampiamente il fabbisogno giornaliero.

L’importanza di limitare alcuni alimenti
Lo sapevate che sono alcune categorie di alimenti, il cui uso smodato, è stato scientificamente dimostrato essere alla base di molte patologie croniche, quali il diabete, tanto per citarne alcune. Bisogna conoscerli e limitare drasticamente il loro consumo. Sono spesso identificati come i quattro veleni bianchi e sono, lo zucchero raffinato, il sale, la farina bianca e il latte. Partendo dal primo, lo zucchero, ne assorbiamo una quantità esorbitante ogni giorno senza rendercene conto perchè è presente in tantissimi cibi e alla fine della giornata si supera puntualmente la dose giornaliera massima. Basterebbe infatti evitare le bevande con zuccheri aggiunti, come le più famose bibite gassate in lattina, che possono contenere fino a 10 cucchiaini di zucchero ognuna, o i succhi di frutta che non sono derivati al 100% dalla frutta o anche semplicemente evitando di aggiungere lo zucchero nelle bevande; già questi semplici gesti produrrebbero un benessere fisico non indifferente. l’eccesso di zucchero nel nostro organismo trova come risposta una altissima produzione di insulina ma quando questo meccanismo viene sollecitato all’inverosimile, il nostro organismo non è più in grado di produrla e si va incontro a malattie quali il diabete.

lo sapevate che : consigli alimentari

Altri alimenti sconsigliati
Lo sapevate che il sale, elemento che ormai viene utilizzato con una leggerezza incredibile nonostante sia risaputo da molto tempo, che provoca problemi cardiaci soprattutto nei soggetti che sono geneticamente esposti a questo tipo di problemi, se viene superata la dose giornaliera consentita. L’uso moderato del sale è necessario, non solo per tenere entro i limiti la pressione arteriosa ma anche per non incorrere in ipertensione e per le donne è utile sapere che la cellulite è originata proprio da un eccessivo consumo di alimenti salati. Moderare questo condimento a tavola è buona norma, indispensabile per condurre una vita sana e tra l’altro non indispensabile per insaporire.Lo sapevate che sale, come anche lo zucchero, crea assuefazione e dipendenza, è una vera e propria abitudine alimentare sbagliata che acquisita nel tempo, rende il nostro organismo dipendente da essi, fino a farci sembrare senza sapore tutto ciò che non lo contiene. Basterebbe provare a diminuirlo gradualmente, fino a portarlo ai livelli minimi, o anche ad eliminarlo, per rendersi conto di quanto siano apprezzabili i veri sapori degli alimenti e che questi non sono esaltati ma in realtà letteralmente coperti dai condimenti stessi.

Carboidrati, farina e latte
Lo sapevate che farina bianca è sempre più al centro di ogni indagine scientifica, perchè considerata causa di diverse tipologie di malattie. Non deve impressionare questo dato ma semplicemente far prendere coscienza del fatto che un eccesso di pane e pasta o di dolciumi, che contengono farina bianca, non sono assorbibili dal nostro organismo; le conseguenze di ciò sono le degenerazioni che sono alla base di molte patologie tumorali. Il calo glicemico può essere compensato anche in altro modo, ad esempio con le farine di cereali diversi dalla farina bianca. Lo sapevate che esempio tipico è l’abbattimento che si avverte, quella sensazione di sonnolenza post pranzo che è indotta proprio dall’assorbimento velocissimo che il nostro organismo mette in atto, per questi tipi di alimenti e che non è certo un segnale positivo. Molto meglio il riso infatti che viene lentamente assorbito dal nostro corpo e che non appesantisce in maniera eccessiva. Il latte invece, è un alimento essenziale per i primi anni di vita degli esseri umani e delle specie affini ma non è per niente utile berlo superata l’età di sviluppo.

Consigli finali
In definitiva l’alimentazione deve essere molto controllata anche in base all’attività fisica che viene svolta e nessun nutrizionista consiglierà mai di astenersi dall’attività motoria. Essa è fondamentale e va associata ad ogni tipo di dieta, per poter assorbire al meglio gli alimenti che ingeriamo e di smaltire i grassi in eccesso. Le porzioni devono essere ridotte e meglio distribuire i pasti durante la giornata piuttosto che accentrarli in grandi pranzi e cene; l’ideale sarebbe di mangiare cinque volte al giorno, alternando spuntini proteici o di frutta, a pasti veri e propri. Un ultimo fondamentale ingrediente del benessere psicofisico generale è sicuramente quello di concedersi degli strappi alla regola, per apprezzare meglio la vita di tutti i giorni.

Sconto del 20% sui prodotti

Compila il Form e Scarica il Coupon


Nome (richiesto)

Cognome (richiesto)

Email (richiesto)

+ There are no comments

Add yours